La nonna choc: "Pagatemi per la cena di Natale o non mangerete!"

Immaginate di essere invitati a cena da vostra nonna per Natale e scoprire che dovete pagare per partecipare!Questa è esattamente la situazione in cui si sono ritrovati i parenti di Caroline Duddrige, una nonna inglese di 63 anni.Ma, prima di essere presi alla sprovvista, sappiate che c'è un motivo dietro a tutto questo.

Una decisione insolita

Caroline Duddrige, stufa di sostenere da sola i costi e i preparativi per la cena di Natale, ha deciso di fare una mossa audace.

Ha optato per far pagare i suoi familiari per sedersi a tavola e gustare il pasto festivo.Non si tratta di avidità, ma di un tentativo di alleggerire il suo carico di lavoro e coinvolgere la famiglia nella preparazione delle festività.

Caroline è stata paragonata a Scrooge, il personaggio famoso del racconto di Natale di Charles Dickens.Tuttavia, ha difeso la sua decisione dicendo alla Bbc: "Ci sono alcuni che pensano che io sia un po' 'Scrooge', ma i miei amici pensano che sia una buona idea".

Una "tassa" per la cena di Natale

La nonna inglese ha deciso di far pagare i suoi familiari per partecipare alla cena di Natale a causa dello stress che sperimenta nei giorni che precedono l'evento.

Tra i preparativi, la cucina, la pulizia della casa e l'acquisto degli addobbi, Caroline si è sempre sentita sopraffatta.E, per aggiungere sale alle ferite, sembra che i suoi figli non l'abbiano mai aiutata più di tanto.

Per risolvere il problema, ha introdotto la "tassa per la cena di Natale".Ha creato un menù dei prezzi, come in un hotel, basato sull'età e sulle possibilità economiche dei suoi familiari.I due figli maggiori pagano 30 euro ciascuno, mentre le altre tre figlie pagano 10 euro.

I nipoti di età superiore ai cinque anni pagano 5 euro, mentre i più piccoli dai 2 ai 5 anni pagano 2 euro.E sì, ogni pagamento deve essere effettuato prima di sedersi a tavola!

L'accoglienza della famiglia

Nonostante possa sembrare una decisione stravagante, la famiglia di Caroline sembra aver accolto l'idea con entusiasmo.Un'affermazione che pone in discussione le tradizionali celebrazioni natalizie in famiglia.Che ne pensate?Sareste disposti a pagare per partecipare alla cena di Natale?

Il dibattito

La decisione di Caroline di far pagare i familiari per la cena di Natale ha suscitato un vivace dibattito.

Mentre alcuni possono vedere la sua mossa come una necessità per condividere i costi e il lavoro dei preparativi, altri potrebbero considerarlo contrario allo spirito di condivisione e solidarietà del Natale.In ogni caso, questa storia mette in luce le dinamiche familiari e le aspettative che ognuno ha nei confronti degli altri.

E voi?Vi piacerebbe partecipare a una cena di Natale con un "prezzo d'ingresso"?Non importa quale sia la vostra risposta, una cosa è certa: la nonna Caroline ha dato un nuovo significato alla cena di Natale!

Lascia un commento